PRIMA PROPOSTA PER PROGETTI LIVE: CONCERTO PER PIANOFORTE PREPARATO E PERCUSSIONI


La musica, composta dalla pianista compositrice Katia Pesti, è un viaggio sonoro nato dalla commistione fra minimalismo, contaminazioni rinascimentali, timbri balinesi; una ricerca di modalità espressive del tutto personali, finalizzata al raggiungimento di una dimensione musicale arcaica e contemporanea al tempo stesso.


Le composizioni sono assimilabili al concetto di “Nuova Musica” che richiede una tecnica differente da quella classica, e che prende spunto dall'uso del pianoforte preparato per poi fluire in un' originale dimensione compositiva. Ispirandosi al grande compositore John Cage, il padre della nuova musica del secolo scorso, Katia Pesti ha sperimentato nelle sue composizioni il principio della relatività espresso da John Cage.


L'evento musicale è in una condizione di costante fluidità. L'esecuzione non accade mai nello stesso modo ma è in continuo movimento, un po' come succede nella natura, nella vita.  Una ricerca timbrica, dunque, strettamente in rapporto con la vita e la natura e che lascia spazio alla dimensione del momento nel momento in cui accade.


Una serie di oggetti sono inseriti nella cordiera del pianoforte in punti precisi.

Raccolti e selezionati durante le “passeggiate timbriche”, gli oggetti sonori sono gomme, viti di acciaio, conchiglie, bastoncini di bambù che appaiono e si muovono come in una danza nelle sue composizioni. In astratto il suono è ricercato come sensazione, bellezza, e una volta scelto viene inserito nella frase musicale.


Al pianoforte preparato Katia Pesti accosta l'uso delle percussioni, che suona contemporaneamente durante la performance musicale. Le interrelazioni con la corrente minimalista evidenziano un forte impatto ritmico, supportato dall'uso innovativo delle percussioni dell'orchestra balinese, (Rejong e gong), tamburi a cornice, campane tibetane, bicchieri, tamburi.


ON STAGE: Katia Pesti, pianoforte preparato, rejong e gong, tamburi a cornice, campane tibetane, bicchieri, tamburi.



PRIMO VIDEO (brano live)    • SECONDO VIDEO (brano live)    • TERZO VIDEO (brano live)                          • SCHEDA DEL PROGETTO .PDF      • SCHEDA TECNICA DI PALCO .PDF

KATIA PESTI



GENERE: CONTEMPORANEA, WORLD

(COMPOSIZIONI ORIGINALI)



KATIA PESTI - PIANOFORTE, PERCUSSIONI

BIOGRAFIA


Diplomata in pianoforte presso il Conservatorio di Reggio Calabria F. Cilea sotto la guida del M° Roberto Bianco. Presso l’Accademia Chigiana segue il corso di perfezionamento pianistico tenuto dal M° Guido Agosti. Si interessa agli esiti terapeutici della musica, diplomandosi in musicoterapia presso il CEP di Assisi e frequenta il corso triennale di danza terapia presso la Scuola Civica di Milano sotto la guida della ballerina coreografa Maria Fux.


L’interesse rivolto a vari linguaggi espressivi la conduce ad interessarsi allo studio degli stru- menti percussione e della musica extraeuro- pea; frequenta i corsi tenuti dal M° C. Hamouj (direttore dei percussionisti di Strasburgo). Presso l’Ist. Bellini di Catania conosce il M° Alessandro Cipriani con cui studia musica elettronica. In Indonesia si appassiona alla musica asiatica e studia il Gamelan Balinese.

Gli esiti di questo percorso la portano a ideare un sistema compositivo in cui elementi del linguaggio classico si fondono con le so- norità pan etniche, grazie a particolari incastri minimalisti, arricchiti dalle timbriche delle percussioni che spaziano dall’uso dei caratteristici rejong balinesi alle piastre sonore degli xilofoni; sviluppa una tecnica esecutiva che le consente di suonare simultaneamente pianoforte e percussioni.


Negli anni ‘90 inizia la sua attività di compositrice ed esecutrice a ancando al repertorio di musica classica esperienze di musica etnica e sperimentale e collaborando con gruppi jazz-rock. Nel 2003 pubblica il CD “Terra celeste” (Folkclub Ethnosuoni). Nel 2009 pubblica l’album solistico “Pietra d’acqua” distribuito in seguito da RadiciMusic Records nel 2014.

• ASCOLTA LA DISCOGRAFIA SU

.