PRIMA PROPOSTA PER PROGETTI LIVE:




















ON STAGE: Antonio Marotta, chitarra, tamburi



                                                                                                                                                       • SCHEDA DEL PROGETTO .PDF      • SCHEDA TECNICA DI PALCO .PDF

BIOGRAFIA


Si occupa di ricerca nel campo dell'etnomusicologia con particolare riferimento all'area del vesuviano. Cresciuto fra i “trucioli” dell'azienda familiare di suo nonno, un esperto bottaio di Palma Campania (Na), tra lame d'ascia e doghe di legno, rimane coinvolto nel mondo dell'artigianato di tradizione; in seguito entra in contatto con un ex operaio che costruiva tamburi: un “costruttore di cortile”, ossia una figura addetta alla costruzione di tammorre destinate quasi esclusivamente ai suonatori della propria contrada.


Comincia, a questo punto, la sua ricerca sulla costruzio- ne dei tamburi a cornice, sperimentando con materiali inediti tecniche di torsione del legno in maniera natura- le. Si rifà, inoltre, a modelli arcaici ispirandosi ad icone e ritrovamenti di tamburi antichi, con particolare riferi- mento al periodo settecentesco napoletano, nel quale vi erano presenti tutti quei modelli che oggi possiamo largamente affermare caratterizzino diverse regioni d'Italia.


Fra le esperienze più significative ha collaborato con il M° Roberto De Simone in qualità di cantante-attore-musicista negli spettacoli “Lo Vommaro A Duello”, “Ecco Il Messia”, “El Diego-Concerto N° 10”-, “La Funzione Del Centena- rio”... Nel 2011 esordisce come autore incidendo il suo primo album da solista intitolato: “Canti a Dispetto” ben recensito dalla rivista ONDAROCK - BLOGFOOLK... Nello stesso anno compone la sua cantata dedicata al Natale: “ Per Mezzo del Profeta “. Attualmente è impegnato nel suo secondo disco in collaborazione con Michela Latorre ed Antonio Manzo dal titolo Catene, distribuito dalla RadiciMusic Records in edizione limitata, presentato al Carpino Folk Festival.


SEMINARI

Si occupa inoltre di musicoterapia collaborando con la "Scuola Triennale Musicoterapia Gesualdo" diretta dal musicoterapista Sabatino Miranda in collaborazione con lo psichiatra Fausto Russo col quale tiene un labora- torio espressivo dal titolo " Terapia e Folklore ". Tiene seminari sul canto tradizionale campano e sui ritmi e le tecniche di tammòrra secondo quelli che sono i codici della danza tradizionale .

• ASCOLTA LA DISCOGRAFIA SU

(placeholder)

LABORATORIO DI TAMBURELLI


Le tammòrre e i tamburelli, così come li conosciamo dal dopoguerra in poi, venivano realizzati con materiali di riciclo, mediante l’impiego di un comunissimo setaccio da farina. Tale setaccio veniva forato, decorato, pittato e in alcuni casi intagliato “a coltello” dai pastori; in ultimo, in occasione di festa, avveniva l’inserimento dei sonagli, detti “ e cicere ” o in alcuni casi dei campanelli.


Il tamburo privo di sonagli o campanelli viene detto “muto” ed il suo utilizzo è quasi esclusivamente rituale. La “ festa ”, nel gergo della tradizione popolare italiana, delinea un momento rituale pagano parallelo a quello cristiano, in onore delle Madonne, che nel canto rituale vengono chiamate

“ Madonne nere “.

ANTONIO MAROTTA




GENERE DEI PROGETTI:

- TRADIZIONALE NAPOLETANO

- WORLD CON INFLUENZE ELETTRONICHE



CANTANTE COMPOSITORE - CHITARRISTA

COSTRUTTORE E SUONATORE DI TAMBURI A CORNICE