.

RMR-222 / 2013  •  VALERIA CIMO'  "TERRAMADONNA"

(placeholder)

ASCOLTA

listen  /  download digital version

DISPONIBILE SOLO IN DIGITALE

QUALITA' MADE IN ITALY

sito sviluppato da RadiciMusic Records

(placeholder)
(placeholder)
(placeholder)

DOPPIO CD

CD 2


Il signor Silenzio

Il cerbiatto di Ciparisso

La Viola e il Sagittario

I nani capitali e la Dea Durga

B. come bambino P. come papà

I Barbagianni

Sul mito di Ego ed Eco

Il bue e l’asino

CD 1


Terra

Parrinu

41

Terramadonna

Assemmula

Ninna nonna

Passacaglia

Animàquila

Ziffati

Occhi

A Santa Rosalia

Signuruzzu chiuviti chiuviti

Si ti cuntu un cuntu

Sono Femmina

L’elogio di Jack Hirschman


E’ un piacere potere scrivere alcune parole di elogio per Terramadonna di Valeria Cimò. Per caso, ad un festival a Bologna nel 2011 per celebrazione del 150esimo dell’uni cazione della repubblica italiana ,ed a cui entrambi avevamo partecipato, Valeria ed io ci siamo incontrati a tavola per il pranzo che segue l’evento.

Come traduttore di un libro del grande poeta siciliano Santo Calì, fui contentissimo di incontrare una poetessa-Cantante che scrivesse in siciliano e acconsentii di scrivere alcune parole per il suo nuovo CD, in preparazione. E’ una bella collezione di 13 canzoni-poesie e 8 storie come brevi quadri narrativi scritti in prosa-poesia.

Valeria Cimò è una fusione meravigliosa dei temi siciliani tradizionali di amore e morte frutto di un’elaborazione contemporanea e di una brillante sensibilità poetica che radica ogni riga in una sonorità capace di penetrare profondamente.

Il suono è la terra assoluta delle sue poesie.

Ancora una volta ho capito il senso di ciò che mi dicevano molti italiani durante i miei giri, cioè che la vera poesia dell’Italia si trova nei dialetti o nelle altre lingue di quella terra, come Friulano o Sardo.

Mi è successo di avere tradotto dei libri di Santo Cali scritti in italiano. Ho tradotto alcuni dei suoi epigrammi in un almanacco indimenticabile dei poeti siciliani che ebbi, ma ammetto di aver bisogno di più per entrare profondamente nella lingua Siciliana.

Ma uno dovrebbe essere poeticamente cieco a non riconoscere nella poesia, per esempio, che Cimò chiama “ASSEMMULA (insieme/ together), uno straordinario melodiare in siciliano che è chiaramente superiore alla traduzione italiana e certamente ad una traduzione in inglese. Le righe come ...

lu vasu e ccu la vucca nta’ vucca ddu’ paroli e ccu paroli mori

hanno una così brillante sonorità visionaria che leggerli ad alta voce, anche se si non sta cantandoli, può essere una esperienza di strabiliante respiro.

Valeria Cimò scrive con tale sibilo d’incanto tutto Terramadonna, e tiene le vostre orecchie e il vostro cuore aperti per l’esperienza poetica Siciliana della sua stessa Madonna.

Jack Hirschman Emeritus 4th Poet Laureate of the City of San Francisco (2006-2009)