INDIE-ROCK  -  RMR-652 / 2019  

SAVELLI MANZI  "GETTARE LE BASI"







TRACKLIST


SCRIVI I TUOI TITOLI (write your own titles)


GB 01 ............................................

GB 02 ............................................

GB 03 ............................................

GB 04 ............................................

GB 05 ............................................

GB 06 ............................................

GB 07 ............................................

GB 08 ............................................

GB 09 ............................................

GB 10 ............................................

GB 11 ............................................

Nel 2017 io e Massimo Manzi abbiamo deciso che era giunto il momento di tornare in studio. Dopo “La casa degli artisti” (2013) e Unprediction (2016), avevamo voglia di tornare a collaborare.

In quel periodo il basso era di nuovo il mio strumento e la prima idea fu anche quella definitiva: incidere un album basso e batteria, senza sapere nulla di quello che sarebbe arrivato poi.

Ripartire dalle radici, le basi, le fondamenta. Ripartire dal battito più profondo e intenso.

Abbiamo deciso ti tornare alla Casa degli artisti del Furlo dove Andreina e Antonio ci hanno accolti, protetti e lasciati ispirare come sempre e dove Tommaso Michienzi (Botown) si è occupato di montare uno studio mobile dedicato e curare le incisioni di tutte le ritmiche.

Il risultato era già sorprendente; vero, fresco e potente, ma.. mancava qualcosa.

Solo col tempo abbiamo capito che avevamo tracciato una specie di mappa e quindi deciso di coinvolgere un ospite su ogni brano; avevamo bisogno di complici speciali e sapienti per costruire la splendida città invisibile di cui avevamo gettato le basi.

Alex Savelli


Anche se il tipo di musica che suono prevalentemente da circa 36 anni è il Jazz ed affini, nel mio DNA esiste da sempre una componente “rock” ... la mia anagrafica mi ha avvicinato inesorabilmente al mondo dei Beatles, degli Stones, di Hendrix ...al pulsare ritmico di John Bonham coi Led Zeppelin, influenza incancellabile ...e poi tutto il mondo “Progressive” fino alla concreta collaborazione con gli Agorà, che dura dal 1977, dove elementi di Rock, Jazz ed embrioni di world music si sposavano felicemente. .

Alex Savelli si accorse meglio di altri di questo mio potenziale e non esitai ad accettare la sua prima proposta di collaborare insieme. Eccoci dunque alla terza esperienza discografica !

Ogni volta abbiamo concepito un approccio diverso e questo è sempre stato molto stimolante. In questo caso siamo partiti col piede giusto registrando tracce in duo basso/batteria, poi si è sviluppata la buona idea di ampliare i duetti con ospiti, fra i quali un mio vecchio amico, il grande Pippo Guarnera. Questa seconda parte è stata curata maggiormente da Alex ma sempre sottoponendomi in tempo reale quello che andava maturando ... che alla fine è divenuto quel tipo di album che avrei tante volte voluto realizzare !





ACQUISTA IL CD • 15,00 euro

TESTI DELLE CANZONI

RECENSIONI

torna a catalogo indie-rock

DISPONIBILE IN CD E DIGITALE

QUALITA' MADE IN ITALY

   LISTEN  /  DOWNLOAD DIGITAL VERSION